Vetrinette espositive per bar a norma di legge

Vetrinette-espositive-per-bar-a-norma-di-leggeHACCP è l’acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Point, che significa l’analisi dei pericoli e del punto critico di controllo.

E’ un metodo di autodisciplina igienico a cui si devono attenere tutti gli operatori che producono, manipolano, trasformano o semplicemente stivano alimenti al fine di stabilire misure di controllo per garantire la salute dei consumatori e per evitare di incorrere nei relativi rischi.

Questo insieme di norme derivano dalla direttiva Europea 43/93/CEE (regolamenti CE 852/04 e CE 178/02), in Italia attuata con il decreto legge 26 maggio 1997, n. 155.

Un bar, come tutte le attività che somministrano alimenti (ristoranti, industria conserviera, pasticcerie, pastifici, ecc), deve rispettare rigorosamente le norme igieniche previste dalla legge per tutelare appieno il servizio offerto ai consumatori.

L’ambiente deve quindi deve rispettare lo standard di igiene previsto dal sistema HACCP senza tralasciare le disposizioni in merito a struttura, macchinari ed arredamenti.

In particolare, per la gestione e la conservazione degli alimenti freschi in vendita in un bar è previsto l’obbligo di appositi settori protetti ed apribili esclusivamente ad opera del personale preposto a servire gli avventori. In certi casi diventa persino necessario che queste vetrine rimangano chiuse per garantire la temperatura ideale alla conservazione e alla freschezza del prodotto.

Ovviamente la legge specifica che questi espositori siano facilmente accessibili per i clienti e non devono comportare l’ingombro o il passaggio in locali di servizio.

Nei casi in cui è richiesta una temperatura indicativa per il mantenimento del prodotto (alimenti deperibili) si rende indispensabile l’uso di termometri, che non solo costituiscono un parametro facilmente riscontrabile in caso di controllo, ma sono molto utili per la perfetta gestione quotidiana degli alimenti.

In alcuni casi è possibile anche tenere le vivande al di fuori di questi espositori, a patto che si usino vetrinette comunque perfettamente chiudibili.

In definitiva in un locale come un bar è prevista, per legge, la conservazione degli alimenti in vetrine condizionate e dotate (ove serve) di termometri per la misurazione del caldo o del freddo. Inoltre, sempre per la gestione di questa attività è obbligatorio avere un numero adeguato di frigoriferi dotati di termometro esterno controllabile. Questi dispositivi si devono attenere alle regole sulle differenze merceologiche dei vari alimenti.

Sia i frigoriferi che le vetrinette espositive devono essere poste lontano da possibili fonti di calore e di inquinamento.

Esistono in commercio varie tipologie di vetrine refrigerate, di vetrine a caldo o a bagno maria, e prima di effettuare l’acquisto è necessario verificare che tutte le caratteristiche tecniche e la qualità dei materiali utilizzati, rispettino i termini di legge, siano resistenti nel tempo e si possano pulire facilmente.

La Gasparini Frigoriferi s.r.l. leader nella realizzazione di vetrine refrigerate, vetrine a caldo e bagno maria, grazie ad una lunga esperienza (dal 1957), è in grado di realizzare, anche su misura, vetrine altamente professionali ed a norma di legge.