Un bancone bar a norma di legge

Un-bancone-bar-a-norma-di-leggePer avere un bancone bar a norma di legge è indispensabile seguire con scrupolo le direttive sanitarie previste dalla normativa HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points, ovvero Analisi del Pericolo e Punto Critico di Controllo); le direttive contenute in questa normativa consentono di analizzare i rischi associati ad ogni fase di preparazione e somministrazione di alimenti e bevande e di individuare delle misure di prevenzione idonee a eliminare o limitare il più possibile tali rischi.

Anzitutto il bancone bar deve prevedere in genere due piani separati: un piano di lavoro per la preparazione e un piano per la somministrazione e il servizio.

Le zone in cui si preparano e si servono le bevande e gli alimenti devono essere dotate di superfici e scomparti idonei al contatto con gli alimenti, possibilmente in acciaio inox AISI 304 o 316 e perfettamente lavabili e disinfettabili; il locale dove avviene la preparazione deve inoltre prevedere zone distinte per le varie lavorazioni; se questa attività consiste solo nella manipolazione e nel riscaldamento di prodotti già pronti come ad esempio toast, panini farciti o pizze surgelate occorre in ogni caso predisporre uno spazio idoneo e separato dotato di piani di lavoro facilmente lavabili e della relativa attrezzatura.

La zona lavaggio deve essere dotata di acqua potabile proveniente dall’acquedotto pubblico e deve disporre di lavello.

È necessario inoltre disporre di un sistema di lavaggio delle stoviglie idoneo, necessariamente con lavastoviglie, e di attrezzatura per il riscaldamento degli alimenti precotti; è importante ricordare che le attrezzature per il riscaldamento degli alimenti non devono mai utilizzare dispositivi a fiamma libera.

Se si servono degli alimenti che vengono esposti non confezionati, questi devono disporre di adeguata protezione da polvere e insetti, oltre che dal contatto con i clienti; devono inoltre essere conservati in un banco bar con vetrine refrigerate che abbiano un termometro a lettura esterna e con l’apertura verso l’interno, che possano quindi essere aperte solo dagli addetti.

La parte interna del bancone bar deve trovarsi in genere su una pedana rialzata di circa 10-15 centimetri dal pavimento per consentire il passaggio di cavi e tubature; di norma la pedana deve essere facilmente esportabile e lavabile e quest’operazione va effettuata periodicamente.

Nelle vicinanze del banco bar occorre inoltre posizionare un idoneo contenitore per i rifiuti dotato di coperchio fisso con apertura a pedale e sacco di raccolta non riciclabile.

La Gasparini Frigoriferi s.r.l. leader nella realizzazione di banconi bar, di serie e su misura, grazie ad una lunga esperienza (dal 1957), è in grado di realizzare, banchi bar professionali ed a norma di legge.