Tendenze d’arredo e nuovi materiali per i banconi bar da discoteca

Tendenze-arredo-banconi-bar-discotecaQueste sono le novità di prodotto e i trend del momento che riguardano l’elemento più importante per il bar e un locale in generale, cioè i banconi bar.

Ma non solo all’interno di un bar il bancone occupa un ruolo strategico. Infatti anche all’interno di una discoteca questo elemento gode di una particolare importanza, proprio perchè è uno dei pochi complementi d’arredo di una discoteca, e quindi deve essere assolutamente “trendy” e magnetico, per attrarre quante più persone possibile.

Ovviamente all’interno di un locale di questo tipo, il bancone non deve avere uno stile classico, e non è consigliato usare del legno, come materiale di produzione, data l’enorme mole di lavoro che una discoteca deve sostenere, soprattutto nei week end.

Oltre al materiale è importante scegliere la lunghezza giusta che ovviamente dipende anche dalla grandezza del locale. Di norma una discoteca di grandi proporzioni, oltre i 700- 800 metri quadri, dovrebbe possedere più banconi di un a lunghezza pari a 10-12 metri ciascuno. Un locale di medie proporzioni, può contenere un piano da lavoro lungo dai cinque ai sette metri, mentre una disco dalle dimensioni piccole potrebbe avere un banco bar da tre o quattro metri oppure un paio di banconi bar più piccoli ma curvilinei. E’ quindi fondamentale il contesto in cui deve trovarsi un piano da lavoro adeguato.

La discoteca ha avuto una forte evoluzione negli ultimi anni, diventando un luogo di svago per ogni fascia d’età, e di pari passo si è evoluto anche l’arredamento. Non siamo più abituati a vedere la classica discoteca arredata con sfere specchiate e piste da ballo concentrate in un’area specifica. Le tendenze d’arredo che riguardano la discoteca sono in continua evoluzione abbracciando soprattutto lo stile moderno.

Oggi locali di questo tipo sono per la maggior parte ampi, dotati di luci stroboscopiche e faretti che illuminano lo spazio circostante in maniera intermittente, con pavimenti lucidi formati da un mix di resine che rendono il tutto elegante e luminoso. In alcuni locali di questo tipo è molto semplice trovare piani rialzati oltre ai cosiddetti “cubi” che molte persone usano per ballare divertendosi in gruppo.

Attraverso questi tipi di arredo la discoteca abbraccia una clientela numerosa che il banco bar deve accogliere in maniera ottimale dato che tendenzialmente la gran mole di persone tende ad accumularsi davanti esso, sia per conversare facendo una pausa dal divertimento sfrenato dell’ambiente sia per assaggiare i cocktail dei barman.
Le nuove tendenze del genere ci mostrano una straordinaria preferenza per piani da lavoro del bancone bar, ampi e lunghi, che a volte superano i 15 metri di lunghezza in modo da far muovere agevolmente staff e clienti.

Il materiale più usato per la creazione di questi piani da lavoro è l’Adamantx, questo è un materiale innovativo, attraverso il quale è possibile creare progetti dal design davvero unico. L’Adamantx è anch’esso un Solid Surface, un mix di resine speciali ottenuto da espansi rivestiti che nasce da anni di studio e prove di laboratorio. Il materiale è altamente innovativo e possiede molti pregi, tra cui quello di essere facilmente lavabile, molto resistente all’usura, ha un aspetto monolitico, molto adatto ad una predisposizione di illuminazione scenografica, ed infine è un autoestinguente di prima classe. Tutto questo da ampia libertà al progettista del bancone che attraverso le qualità di questo materiale può anche decidere di cambiare radicalmente il progetto, ormai già in corso d’opera senza alcun costo aggiuntivo. Proprio attraverso l’Adamantx nasce la nuova tendenza dei banconi da bar disco ovvero: il bancone diamantato. Questa tipologia di banco ha un aspetto decisamente diverso da tutti gli altri, date le caratteristiche estetiche molto eccentriche. Infatti i rivestimenti frontali rimandano la mente dell’osservatore, a quelle che sono le maglie dei diamanti grazie a una lavorazione particolare dell’Adamantx. Sfruttando la flessibilità di tale materiale è possibile creare forme coniche appuntite di varie grandezze che sistemate l’una accanto all’altra offrono un effetto diamante molto particolare. Il piano da lavoro è formato o da Krion oppure sempre dallo stesso materiale dei piani frontali, in tutti i modi queste due tipologie di materiale vengono usate per la loro resistenza e per la strepitosa durezza. Ovviamente la forma e il materiale sono le due caratteristiche principali che forniscono un’estetica unica al piano e al banco in generale, ma a completare l’opera sono diffusissimi le luci al led che possono rivestire la cornice del banco con una luce blu, verde o rossa, la cosa importante è che questa sia essenzialmente chiara.

La lunghezza di questo tipo di bancone bar varia da 8 fino ad arrivare a 15 metri (a seconda delle esigenze) compreso anche di piano “station” che è quella specifica sezione del bancone bar dove il barman ripone succhi, bevande, soda, ghiaccio e tutti i propri strumenti da lavoro, in poche parole la “station” è come se fosse il banco gelateria del bar pasticceria. E’ quindi il naturale prolungamento del bancone da bar della disco.

Oltre al bancone diamantato, un’altro modello che sta dettando i trend di design è il bancone bar metallico. Questo banco ha una lunghezza inferiore al precedente (8 metri massimo) ed è realizzato con un rivestimento frontale in Adamantx e un piano da lavoro in plexiglas duro. Il bancone è decorato con delle finiture goffrate che richiamano i rami di un albero le quali vengono successivamente laccati da una vernice argento per conferire l’effetto metallico.

In questo caso, la parte principale è la facciata esterna che mostra tutta la decorazione del bancone bar illiminata da led colorati per conferire una maggiore visibilità al banco bar.

Ma la nuova vera idea di bancone da bar arriva dall’estero, precisamente da Manhattan e da Londra. Qui molti locali hanno creato la rivoluzione verde, che sostanzialmente riguarda la creazione di banconi attraverso materiale riciclato, come bottiglie di vetro, alluminio, carta, plastica e altro materiale riciclabile.

A New York, nel quartiere di Soho, un locale in particolare, il Greenhouse, un locale completamente ecologico, ha ottenuto la certificazione L.E.E.D ( Leader in energy and environmental design). Stesso discorso vale per il Club4Climate di Londra a King’s Cross che possiede un bancone completamente formato da bottiglie di plasica riciclate, oltre ad avere un pavimento che attraverso un complesso meccanismo di trasformazione di energia, fornisce il locale del cinquanta per cento del suo fabbisogno energetico.

Materia ed arredamento in evoluzione, è questo il trend dell’arredamento da discoteca e da bar che riguarda in buona sostanza anche i banconi e gli altri piani da lavoro.

L’arredamento è fondamentale per accogliere e fidelizzare la clientela, ma è maggiormente importante la scelta delle attrezzature da lavoro. I banconi bar, i retro banchi, i banchi frigoriferi, devono consentire un lavoro efficiente e veloce oltre a garantire igiene, solidità e resistenza nel tempo. Qualità che vengono garantite dalla Gasparini Frigoriferi S.r.l. grazie a ricerca, esperienza e passione dal 1957.