Pubblici esercizi. La qualità per combattere la crisi.

pubblici-esercizi-la-qualita-per-combattere-la-crisiDa qualche anno a questa parte, per fronteggiare la crisi economica, assistiamo all’apertura di numerosissime piccole imprese commerciali in cui, i risparmiatori investono le ultime risorse nella speranza di creare un’opportunità di lavoro per sé o per i propri figli.
Pubblici esercizi come ristoranti, bar, fast food all’italiana, gastronomie.
L’offerta di questo tipo di attività commerciali ormai ha superato la domanda: visti i tempi di “vacche magre”, per sino un caffè espresso al bancone del bar diventa un lusso cui ricorrere con parsimonia, e spesso nel giro di pochi mesi le nuove imprese chiudono battenti.

Fatta questa doverosa premessa, però, se stavate cercando il modo di lanciarvi sul mercato del lavoro con un’attività tutta vostra non è il caso di demordere.
Certo, i timori ad investire su di un mercato in cui la concorrenza e molta sono più che legittimi,
tuttavia non tutte le idee imprenditoriali, in questo particolare momento, sono destinate all’insuccesso.

Analizzando con attenzione l’andamento del mercato, cercando di capire come sono cambiate le abitudini degli italiani, è chiaro come la strada da percorrere per il successo imprenditoriale sia un’offerta di qualità.

Il ragionamento è presto fatto: nonostante una riduzione generale di tutti i consumi, la quantità di persone che per necessità dettate dal lavoro o per svago consumano almeno uno dei pasti principali fuori casa, negli ultimi anni, è aumentata in maniera esponenziale.
In maniera del tutto proporzionale sono aumentate anche le attività di ristorazione di qualsiasi genere che si fanno concorrenza fra loro, con un’offerta al ribasso dei prezzi che si traduce inevitabilmente in un crollo degli standard qualitativi.

Il consumatore che decida di spendere il proprio denaro per un pranzo, piuttosto che per una cena preparati fuori casa, non lo fa a cuor leggero; vuole garanzia che una spesa simile, anche se di poche decine di euro, sia giustificata.
Il cliente d’oggi è attentissimo alla qualità del servizio e del prodotto che acquista, e usa la rete per pubblicizzare, nel bene o nel male, le proprie esperienze.

Freschezza dei prodotti, genuinità degli ingredienti, pulizia dell’ambiente ed un servizio attento sono diventati i parametri di valutazione sul quale basare le proprie scelte circa i consumi.
L’idea imprenditoriale che in questo bailame di offerte ha maggior successo è di ristoranti, bar, gastronomie e fast food che propongono nei loro menù i cosiddetti prodotti a Km Zero.

Le ragioni di questo successo sono diverse, e diverse sono le implicazioni positive che questo tipo di impresa ha sull’intero mercato locale e quindi nazionale.
Innanzi tutto, ricorrere all’uso di prodotti provenienti da filiera corta, in altre parole acquistati direttamente dal produttore, significa sostenere le imprese produttive locali che potranno creare a loro volta nuovi posti di lavoro e favorire la circolazione di denaro e dunque l’aumento dei consumi.

Ricorrere alla filiera corta significa anche avere un maggiore controllo sulla genuinità dei prodotti, significa impiegare esclusivamente prodotti di stagione e recuperare le tradizioni culinarie legate alla terra di produzione di certi prodotti, agrari, caseari e ittici, nonostante un’offerta di qualità così alta da sembrare un lusso, la filiera corta permette di tenere i prezzi contenuti, venendo meno i costi di trasporto.

Prodotti locali di qualità, strumenti di lavoro dalle alte prestazioni e ambiente familiare sembrano oggi l’unica possibilità per chi voglia investire nell’ambito della ristorazione.

Doveroso sottolineare che la qualità dei prodotti è subordinata ad una corretta conservazione, di fondamentale importanza sono quindi le attrezzature per il vostro locale. Vetrine frigorifere, banchi refrigerati, banchi frigoriferi, in grado di contenere i prodotti ad una corretta temperatura per mantenere e conservare la loro fragranza e qualità.

 

 

Articolo pubblicato da Giovanni Zappalà

Redazione CRM Service

© Riproduzione vietata