Locali di successo

locali-di-successo-2013Nonostante le difficoltà dell’economia italiana causate dalla durissima crisi economico-finanziaria che si sta protraendo da alcuni anni, c’è un settore che, considerando i dati riguardanti le aperture di nuove attività, sembra non essere stato particolarmente colpito dalla contrazione dei consumi: si tratta di quello degli esercizi pubblici.

Infatti, negli ultimi anni si sono registrare varie aperture di nuovi locali, probabilmente favoriti dal fatto che – spesso a torto – si ritiene che la gestione di un locale sia una cosa semplice.
Al contrario, come dimostrano alcuni locali di successo, la gestione di qualsiasi tipo di esercizio pubblico necessita doti amministrative, intraprendenza, “savoir faire”.
Solo così, lavorando con impegno e abnegazione, è possibile avere successo in un mondo estremamente competitivo come quello dei locali e della ristorazione.

Alcuni bar, ristoranti ed esercizi pubblici hanno pensato di combattere la crisi mettendo in atto alcune particolari scelte, che hanno consentito di distinguersi dalla concorrenza e di crearsi una propria nicchia di clientela fidelizzata.

È bene precisare che nel settore della ristorazione, la qualità paga. Sembra una frase banale, ma è un dato di fatto, i locali che hanno ottenuto maggior successo sono quelli che hanno puntato sulla qualità delle materie prime e degli ingredienti utilizzati, magari riducendo leggermente le porzioni o, più spesso, abbassando il loro margine di guadagno per non far pesare al cliente l’aumento dei costi.

Ridurre, anche considerevolmente, i propri margini di guadagno per non essere obbligati a far pagare al cliente gli aumenti degli ingredienti è considerato un sacrificio indispensabile per poter sopravvivere alla crisi, in attesa di tempi migliori. Molti esercenti considerano questo un vero e proprio investimento per il futuro e vanno a lavorare per guadagnare meno e poter mantenere la fidelizzazione della loro clientela.

Inoltre, data l’elevata competitività del mercato venuta a crearsi negli ultimi anni, molti locali di successo hanno preferito ridurre l’offerta per focalizzarsi su particolari categorie di bevande o sulle ricette tipiche di una particolare cucina.
Il particolare successo di questi locali – bar, ristoranti o esercizi pubblici – è dovuto in primo luogo all’attenzione speciale rivolta alle bevande.
In particolare, molti ristoranti propongono una vasta gamma di vini da abbinare ai loro piatti, includendo nel loro listino prodotti locali ‘a chilometri zero. I vini locali, grazie ai ridotti costi logistici, risultano più economici per il cliente, che può assaporare un buon bicchiere di vino senza dover rinunciare a una fortuna.
Lo stesso discorso vale, in misura minore, anche per i prodotti alimentari, comprati spesso dai produttori della zona.

Questa scelta contribuisce poi indirettamente alla prosperità del locale, in quanto l’economia della zona viene stimolata, e il denaro pagato ai produttori finisce con l’innescare un vero e proprio ‘circolo virtuoso’ capace di smuovere il volano economico.

Alcuni bar si sono poi specializzati nella preparazione di particolari tipi di bevande, concentrando la loro attenzione solamente su una particolare categoria: riscuotono un certo successo le degustazioni di rum e la preparazione di gin tonic elaborati con toniche esotiche, irreperibili sul mercato.

In ogni caso, ciò che ha permesso ai locali ed esercizi pubblici di prosperare è l’eccezionale dinamismo dei proprietari, capaci di adattarsi velocemente alle nuove tendenze del mercato e ai gusti dei consumatori, investendo in formazione del personale.
La buona sorte di questi locali dipenderà, essenzialmente, dal ‘fiuto’ e dal dinamismo dei proprietari: finché saranno capaci di interpretare il mercato prima dei loro concorrenti, il futuro è assicurato.

 

Articolo pubblicato da Giovanni Zappalà

Redazione CRM Service

© Riproduzione vietata